Nuova ordinanza sindacale sulle restrizioni alla circolazione

31 marzo 2020

Ordinanza n. 75 del 30 marzo 2020

RILEVATO

CHE che la Polizia Locale di Ardea ha effettivamente una dotazione organica estremamente ridotta in funzione dei numerosi servizi da svolgere e della vastità del territorio;

CHE, stante l’emergenza sanitaria in atto, si rende indispensabile per questo Comune, ridurre i posti di controllo al fine permettere una reale attività di verifica dei soggetti che illecitamente tentano di entrare nel nostro territorio;

RITENUTO necessario e urgente rafforzare ulteriormente le misure di sorveglianza sanitarie adottate per il periodo di tempo necessario e sufficiente a prevenire, contenere e mitigare la diffusione di malattia infettiva diffusiva COVID -19, anche impedendo che soggetti non autorizzati entrino nel territorio di Ardea;

RITENUTO, pertanto, necessario adottare provvedimenti e misure aggiuntive a quelle già definite a livello nazionale e regionale con le precedenti ordinanze al fine di ridurre drasticamente all’interno del territorio del Comune di Ardea ogni opportunità di socializzazione e limitare al massimo la mobilità delle persone residenti e eventualmente illecitamente provenienti da altre regioni o comuni per un congruo periodo di tempo;

VALUTATA L’ESIGENZA, pertanto, di intervenire a migliore precisazione delle misure di carattere straordinario finalizzate a fronteggiare l’emergenza sanitaria che si sta determinando, anche al fine di regolare l’ambito di assistenza territoriale; RITENUTO che le situazioni di fatto e di diritto fin qui esposte e motivate integrino le condizioni di eccezionalità ed urgente necessità di tutela della salute pubblica;

ORDINA

di revocare l’Ordinanza n. 74 del 20.0.2020 e di istituire nuova regolamentazione della circolazione stradale della principali arterie del territorio ardeatino, al fine di monitorare, controllare e limitare gli ingressi al Comune anche con barriere chiuse amovibili, al fine di ridurre drasticamente all’interno del territorio del Comune di Ardea ogni opportunità di socializzazione e limitare al massimo la mobilità delle persone residenti, nonché al fine di identificare i soggetti che contravvengono a quanto disposto dai vari DPCM emessi finalizzati alla limitazione della circolazione personale di tutti i cittadini anche eventualmente illecitamente provenienti da altre regioni o comuni, ciò con l’intento di fronteggiare l’emergenza sanitaria che si sta determinando, arginando l’epidemia; Ritenuto che le situazioni fin qui esposte e motivate integrino delle azioni di eccezionalità ed urgenza ai fini della tutela della salute pubblica; che le strade cittadine interessate dalle limitazioni o divieti di accesso alla circolazione stradale sono:

1. Via Montagnanello intersezione Via Ardeatina;
2. Via Villaggio Ardeatino intersezione Via Ardeatina;
3. Via Montagnano intersezione Via Ardeatina;
4. Via San Berardo de’ Marsi intersezione Via Ardeatina;
5. Via Valle Caia intersezione Via Pescarella;
6. Via Laurentina intersezione Via della Castagnetta;
7. Via Strampelli intersezione Via Pontina Vecchia;
8. Via Banditella intersezione Circonvallazione Mare Australe;
9. Via Del Tempio confine con il Comune di Aprilia;
10. Via Pratica di Mare intersezione Largo Udine;
11. Lungomare degli Ardeatini intersezione Via Foggia;
12. Via Campo di Carne altezza consorzio Le Buoganville;
13. Via dei Platani confine con il Comune di Anzio;

Ritenuto altresì di dover, al fine di correttamente applicare le norme di circolazione e dover meglio disciplinare, ai sensi del Decreto Legislativo 30 aprile 1992 n.285, la regolamentazione della sosta e del transito veicolare nelle vie interessate dalla presente Ordinanza; Visto il D.P.R. n. 495 del 16.12.1992 e successive modifiche e integrazioni;

ORDINA

Per le motivazioni suindicate che qui si intendono integralmente riportate. L’istituzione del Divieto di transito temporaneo agli autoveicoli, anche mediante apposizione di barriere modello New Jersey, idoneamente segnalate con dispositivi luminosi previsti dal C.d.s., eccetto residenti e mezzi di soccorso e di trasporto autorizzati di cui ai DPCM e C.d.S., dal giorno 31 Marzo 2020 sino a cessata emergenza sanitaria, nelle strade sotto indicate:

1. Via Montagnanello intersezione Via Ardeatina;
2. Via Villaggio Ardeatino intersezione Via Ardeatina;
3. Via Montagnano intersezione Via Ardeatina;
4. Via San Berardo de’ Marsi intersezione Via Ardeatina;
5. Via Valle Caia intersezione Via Pescarella;
6. Via Laurentina intersezione Via della Castagnetta;
7. Via Strampelli intersezione Via Pontina Vecchia;
8. Via Banditella intersezione Circonvallazione Mare Australe;
9. Via Del Tempio confine con il Comune di Aprilia;
10. Via Pratica di Mare intersezione Largo Udine;
11. Lungomare degli Ardeatini intersezione Via Foggia;
12. Via Campo di Carne altezza consorzio Le Buoganville;
13. Via dei Platani confine con il Comune di Anzio;

nonché la chiusura in entrata ed in uscita dal territorio di Ardea, a mezzo barriere amovibili, del transito dei veicoli nelle strade sotto elencate:

1. Via Banditella intersezione Circonvallazione Mare Australe;
2. Via Del Tempio confine Aprilia;
3. Via Pratica di Mare intersezione Largo Udine;
4. Lungomare degli Ardeatini intersezione Via Foggia;
5. Via dei Platani confine con il Comune di Anzio;

DISPONE Altresì che:

1. in caso venisse ritenuto necessario ed opportuno, il Comando di Polizia, ai fini della tutela della sicurezza e/o della fluidità della circolazione, potrà consentire deroghe ai citati provvedimenti di viabilità, oltre che adottarne ed attuarne di ulteriori a limitazione della circolazione stradale. In particolare potranno disporre diversi comportamenti agli utenti della strada e adottare diverse regolazioni dei flussi veicolari rispetto a quanto sopra indicato, compreso ulteriori provvedimenti di chiusura al traffico veicolare nelle vie limitrofe, apponendo, se del caso, idonea segnaletica temporanea.
2. gli Organi di Polizia Stradale di cui all’art. 12 del D.Lgs. 30 aprile 1992, n. 285 sono incaricati della esecuzione della presente ordinanza e della verifica del rispetto delle prescrizioni imposte.

IL SINDACO