Il sindaco

Attualmente è in carica il commissario prefettizio.

Chi è stato sindaco

Luca Di Fiori, diplomato, è nato ad Ardea, città in cui vive da sempre. È funzionario della società Risorse per Roma SpA. Dal 1996 è stato consigliere comunale di Ardea e ha svolto anche l’incarico di presidente del Consiglio comunale. È sindaco di Ardea da martedì 8 maggio 2012.


Dichiarazioni patrimoniali


Come parlare con il sindaco

Per prendere un appuntamento con il sindaco è possibile chiamare la segreteria al numero 06913800 o inviare una e-mail all’indirizzo seg.sindaco@comune.ardea.rm.it


Cosa fa il sindaco

È la principale autorità del Comune. Viene eletto direttamente dai cittadini durante le elezioni amministrative (anche dette comunali).

Decide i componenti della giunta (tra cui un suo vice). Può revocare l’incarico di uno o più assessori, spiegandone, però, il motivo al consiglio comunale. Secondo la legge, entro 45 giorni dal suo insediamento, il sindaco comunica le nomine pubbliche.

Il sindaco controlla anche il funzionamento dei servizi, degli uffici e l’esecuzione degli atti.

Ha poteri in caso di emergenze sanitarie locali e, in casi di urgenza, fa i primi atti operativi.

Riorganizza gli orari dei negozi e dei servizi pubblici. Può modificarli anche in caso di emergenza e chiedere loro aperture straordinarie.

La prima seduta dopo le elezioni giura sulla Costituzione e porta con sé a tracolla una fascia tricolore con lo stemma della Repubblica e del Comune.

La sua carica dura 5 anni. Dopo due consiliature, non può essere immediatamente rieletto. Tre mandati consecutivi sono possibili solo se uno dei mandati ha avuto una durata minore dei 5 anni.

Un voto negativo del consiglio a una sua proposta non lo obbliga alle dimissioni. La mozione di sfiducia può essere fatta con appello nome per nome (si dice ‘nominale’, in gergo) a maggioranza assoluta (50% più uno) del consiglio. Deve essere votata e motivata da due quinti dei consiglieri assegnati, senza contare il sindaco stesso. La mozione può essere votata non prima di 10 giorni dalla presentazione e non oltre 30 giorni. Se viene approvata il consiglio si scioglie e si nomina un commissario.

Se il sindaco non può più fare il suo lavoro, viene rimosso, perde i requisiti per la sua carica o muore, la giunta e il consiglio rimangono in carica fino alle nuove elezioni. Fino a quel momento la sua carica viene retta dal vicesindaco, con gli stessi poteri. Il sindaco può presentare le dimissioni che, dopo 20 giorni, sono irrevocabili. Anche in questo caso si scioglie il consiglio e viene un commissario.

Il sindaco è un ufficiale del Governo. Per questo, controlla:
a) i registri di stato civile e di popolazione e tutti i compiti in materia elettorale, di leva militare e di statistica;
b) pubblica gli atti e i regolamenti in materia di sicurezza pubblica e di polizia giudiziaria;

Per tutte queste funzioni il sindaco può delegare, dopo averne informato il prefetto, il presidente del consiglio comunale o un consigliere. Il prefetto può fare ispezioni per controllare il funzionamento dei servizi e per avere tutti i dati in merito. Se per qualsiasi caso il sindaco non rispetta le sue funzioni, il prefetto può nominare un commissario. Alle spese per il commissario provvede lo stesso Comune.


Per vedere chi è stato sindaco di Ardea consulta L’albo dei sindaci