Riconoscimento dei figli nati fuori dal matrimonio

Procedimento per il riconoscimento dei figli nati fuori dal matrimonio, prima o dopo l’evento nascita.

riferimenti normativi utili:

  • Legge  n. 219 del 10 dicembre 2012 “Disposizioni in materia di riconoscimento dei figli naturali”
  • D.M. del 27 febbraio 2001, in G.U. n. 66 del 20 marzo 2001 “Tenuta dei registri dello stato civile nella fase antecedente all’entrata in funzione degli archivi informatici”.
  • D.P.R. n. 396 del 3 novembre 2000 “Regolamento per la revisione e la semplificazione dell’ordinamento dello stato civile, a norma dell’articolo 2, comma 12, della legge 15 maggio 1997, n. 127” e circolari integrative
  • Codice civile artt. 250 e seguenti

Ufficio Responsabile dell’istruttoria:

Ufficio Stato civile
Responsabile: Stefano Auletta
Dov’è: via della Croce 3
Gli orari di ricevimento: 9–12 lunedì, martedì, giovedì, venerdì; 15:30–17 martedì, giovedì
Telefono: 06913800; Seguire le indicazioni telefoniche e digitare 2 e poi 1
Il fax: 0691389001 – 6508
E-mail: statocivile@ardea.gov.it

Nome del responsabile del procedimento, telefono, e-mail, e/o pec:
Responsabile: Stefano Auletta
Telefono: 06913800; Seguire le indicazioni telefoniche e digitare 2 e poi 1
Il fax: 0691389001 – 6508
E-mail: statocivile@ardea.gov.it

Ufficio competente per l’adozione del provvedimento finale, nome del responsabile dell’ufficio, telefono, e-mail e/o pec:

Ufficio Stato civile
Responsabile: Antonella Liberatori
Dov’è: via della Croce 3
Gli orari di ricevimento: 9–12 lunedì, martedì, giovedì, venerdì; 15:30–17 martedì, giovedì
Telefono: 06913800; Seguire le indicazioni telefoniche e digitare 2 e poi 1
Il fax: 0691389001 – 6508
E-mail: statocivile@ardea.gov.it

Modalità per ottenere informazioni relative al procedimento:

Telefono 06.913800

Orario: da lunedì a venerdi (tranne mercoledì) dalle 9.00 alle 12.00, martedì e giovedì anche dalle 15:00 alle 17:00

Modulistica:

Per questo procedimento non è prevista specifica modulistica.
Per informazioni rivolgersi all’ufficio sopra indicato.

termine di conclusione del procedimento, norma di riferimento e altri termini procedimentali rilevanti:
30 giorni, come previsto nel “Regolamento sull’attività e i procedimenti amministrativi”

strumenti di tutela amministrativa e giurisdizionale riconosciuti dalla legge a favore dell’interessato e modi per attivarli:
Ricorso al Tribunale – artt. 95 e segg. Dpr 396/2000

Sostituto del responsabile del procedimento in caso di inerzia e modalità per attivare l’intervento: