Autorizzazione all’esposizione pubblicitaria permanente

Procedimento a istanza di parte finalizzato al rilascio autorizzazione all’esposizione permanente di mezzi pubblicitari (come ad esempio insegne, targhe, scritte su vetrine, cartelli, ecc.) in luoghi pubblici o aperti al pubblico o che sia da tali luoghi percepibile.
La richiesta deve essere presentata anche se la pubblicità è esente dall’imposta.

Per le insegne di esercizio a indicazione della sede dell’attività è possibile adottare un procedimento più snello (Scia) .

Riferimenti normativi utili:

D.Lgs. 30.4.1992 n.285 e ss.mm. nuovo codice della strada,  in particolare l’art. 23 che prevede che la collocazione di mezzi pubblicitari lungo le strade o in vista di esse è soggetta ad autorizzazione,  e D.P.R.16.12.1992 n.495 e ss.mm. regolamento di attuazione del codice della strada (in particolare dagli artt.47 a 59) ;
D. Lgs. n. 507 del 15 novembre 1993 “Revisione ed armonizzazione dell’imposta comunale sulla pubblicità e diritto sulle pubbliche affissioni” e ss. mm. (da art. 1 a art.24)
Regolamento comunale in materia di pubblicità, approvato con deliberazione di consiglio Comunale n.37 del 21.03.2008 e succ. mod.ni ;
Deliberazione di giunta comunale di approvazione del piano generale degli impianti. n.33 del 1.04.2010.
Art. 49 D.Lgs. N.42/2004 Testo unico dei beni ambientali.

Regolamento edilizio del Comune di Ardea;

Ufficio responsabile dell’istruttoria:

Ufficio tributi, largo Nuova California, 2

Nome del responsabile del procedimento, telefono, email e/o pec:

Antonio Savi

telefono: 06 913800

e-mail: uff.tributi@comune.ardea.rm.it

Pec: uff.protocollo@pec.comune.ardea.rm.it

Allegati all’istanza e modulistica:

SCIA

Installazione mezzi pubblicitari

Ufficio a cui rivolgersi per informazioni (orari, indirizzo, tel., email e/o pec):

recapiti

Termine di conclusione del procedimento, norma di riferimento e altri termini procedimentali rilevanti:

90 giorni dalla data di presentazione della domanda; il termine è sospeso nel caso in cui l’amministrazione inviti i richiedenti per iscritto a produrre ulteriore documentazione o ad integrare quella depositata entro 30 giorni. In caso di mancato ricevimento di quanto richiesto la domanda viene archiviata.
Nel caso siano presenti motivi ostativi all’accoglimento della domanda, entro 10 gg dal ricevimento della relativa comunicazione, l’interessato può produrre osservazioni. In caso di non accoglimento delle stesse, sarà inviato provvedimento di diniego definitivo.
L.7.8.1990 n. 241 e ss.mm.ii.;
art. 17 comma 1 del regolamento comunale per l’applicazione dell’imposta comunale sulla pubblicità e del diritto sulle pubbliche affissioni

Strumenti di tutela amministrativa e giurisdizionale riconosciuti dalla legge a favore dell’interessato e modi per attivarli:

ricorso al Tar Lazio entro 60 giorni dalla data della notifica del diniego definitivo;
ricorso al Presidente della Repubblica entro 120 giorni sempre dalla data della notifica suddetta del diniego.
In caso di inosservanza del termine di conclusione del procedimento iniziato ad istanza di parte per il quale sussiste l’obbligo di pronunziarsi è possibile chiedere l’indennizzo da ritardo nella conclusione del procedimento, come previsto dall’art.28 del DL 21.06.2013 n. 69.

Sostituto del responsabile del procedimento in caso di inerzia (nome, tel. email e/o pec) e modalità per attivare l’intervento:

Marina Inches

e-mail: seg.comunale@comune.ardea.rm.it;

Ufficio competente per l’eventuale accesso diretto ai dati da parte di altre pubbliche amministrazioni e controlli sulle autodichiarazioni rese nel corso del procedimento (tel., email):

Ufficio tributi, largo Nuova California, 2

telefono: 06 913800

e-mail uff.tributi@comune.ardea.rm.it