Esposizione pubblicitaria temporanea

Procedimento ad istanza di parte finalizzato al rilascio dell’autorizzazione all’esposizione temporanea di mezzi pubblicitari (come ad esempio cartelli, locandine, stendardi o qualsiasi altro mezzo con caratteristiche di temporaneità) in luoghi pubblici o aperti al pubblico o che sia da tali luoghi percepibile. La pubblicità temporanea, visiva o acustica, è soggetta al pagamento dell’imposta di pubblicità.

Riferimenti normativi utili:

D.Lgs. 30.4.1992 n.285 e ss.mm. nuovo codice della strada, in particolare l’art. 23 che prevede che la collocazione di mezzi pubblicitari lungo le strade o in vista di esse è soggetta ad autorizzazione, e D.P.R.16.12.1992 n.495 e ss.mm. Regolamento di attuazione del codice della strada (in particolare dagli artt.47 a 59);
D. Lgs. n. 507 del 15 novembre 1993 “Revisione ed armonizzazione dell’imposta comunale sulla pubblicità e diritto sulle pubbliche affissioni” e ss. mm. (da art. 1 a art.24)
Regolamenti comunali in materia di pubblicità, approvati con deliberazioni di consiglio Comunale n.143 del 19.12.2000, modificati con deliberazioni consiliari n. 14 del 13.2.2002, n.130 del 19.12.2005, n.57 del 10.7.2006, n.121 del 23.11.2009, n.99 del 29.11.2010;
Art. 49 D.Lgs. N.42/2004 Testo unico dei beni ambientali

Regolamento edilizio del Comune di Ardea, in particolare gli artt. 63 e 65;
L.R. 7.08. 2009 n.17 “Nuove norme per il contenimento dell’inquinamento luminoso, il risparmio energetico nell’illuminazione per esterni e per la tutela dell’ambiente e dell’attività svolta dagli osservatori astronomici”.

Ufficio responsabile dell’istruttoria:

Ufficio tributi

Nome del responsabile del procedimento, telefono, email e/o pec:

Allegati all’istanza e modulistica

modulistica

Ufficio a cui rivolgersi per informazioni (orari, indirizzo, tel., email e/o pec):

recapiti

Termine di conclusione del procedimento, norma di riferimento e altri termini procedimentali rilevanti:

90 giorni dalla data di presentazione della domanda; il termine è sospeso nel caso in cui l’amministrazione inviti i richiedenti per iscritto a produrre ulteriore documentazione o ad integrare quella depositata entro 30 giorni. In caso di mancato ricevimento di quanto richiesto la domanda viene archiviata.
Nel caso siano presenti motivi ostativi all’accoglimento della domanda, entro 10 gg dal ricevimento della relativa comunicazione, l’interessato può produrre osservazioni. In caso di non accoglimento delle stesse, sarà inviato provvedimento di diniego definitivo.

Azioni previste ed attuate per il monitoraggio del rispetto dei termini di conclusione del procedimento:

Estrazione settimanale dalla procedura informatica delle pratiche in scadenza nei successivi 30 giorni.

Casi in cui il provvedimento finale può essere sostituito da una dichiarazione dell’interessato o può concludersi con il silenzio-assenso dell’amministrazione:

Il provvedimento finale di autorizzazione è sostituito dalla dichiarazione di esposizione pubblicità ai sensi dell’art. 17 del Regolamento Comunale sulla pubblicità nei seguenti casi:

  • esposizione di messaggi pubblicitari temporanei superiori a ½ mq riferiti all’attività esercitata nei locali (avvisi al pubblico, vendite promozionali e di fine stagione, ecc. Pubblicità temporanea – esposizione superiore a 1/2 mq (saldi, promozioni, ecc.);
  • esposizione di avvisi al pubblico per locazione o compravendita di immobili di superficie fino a un metro quadrato e di cartelli pubblicitari collocati su cantieri fino a due metri quadrati pubblicità temporanea – dichiarazione per esposizione cartelli vendesi/affittasi e cartelli cantiere;
  • esposizione di stendardi pubblicità temporanea – dichiarazione per esposizione stendardi;
  • esposizione di striscioni stradali pubblicità temporanea – dichiarazione per esposizione striscioni stradali.

Altre tipologie:

  • pubblicità all’interno di luoghi aperti al pubblico e non percepibili da spazi di uso pubblico;
  • distribuzione di volantini (che non può essere effettuata all’interno del centro storico o in prossimità degli ingressi delle scuole di ogni ordine e grado);
  • pubblicità eseguita su mezzi mobili, purché non sia sonora o luminosa e sia contenuta nella sagoma del veicolo;
  • pubblicità temporanea effettuata da comitati, associazioni, fondazioni ed ogni altro ente che non abbia scopo di lucro.

Strumenti di tutela amministrativa e giurisdizionale riconosciuti dalla legge a favore dell’interessato e modi per attivarli:

Riesame dell’atto in forma di ricorso improprio al sindaco (se esistono nuovi elementi di valutazione);
ricorso al Tar entro 60 gg. dalla notifica del diniego definitivo.
Ricorso al Presidente della Repubblica entro 120 gg. dalla notifica del provvedimento di diniego definitivo.
In caso di inosservanza del termine di conclusione del procedimento iniziato ad istanza di parte per il quale sussiste l’obbligo di pronunziarsi è possibile chiedere l’indennizzo da ritardo nella conclusione del procedimento, come previsto dall’art.28 del DL 21.06.2013 n. 69.

Sostituto del responsabile del procedimento in caso di inerzia (nome, tel. email e/o pec) e modalità per attivare l’intervento:

Segretario comunale

Marina Inches

e-mail: seg.comunale@comune.ardea.rm.it;

Ufficio competente per l’eventuale accesso diretto ai dati da parte di altre pubbliche amministrazioni e controlli sulle autodichiarazioni rese nel corso del procedimento (tel., email):

Ufficio tributi, largo Nuova California, 2

telefono: 06 913800

e-mail uff.tributi@comune.ardea.rm.it