Il microcredito

Il microcredito è uno strumento di sviluppo economico e consiste nella concessione di piccoli prestiti.

Chi sono i beneficiari?

– Le imprese già costituite;

– I professionisti già titolari di partita Iva.

In entrambi i casi devono esserlo da non più di 5 anni.

 Non possono avere più di 5 dipendenti, (10 nel caso di Società di persone, SRL semplificate, cooperative).

I professionisti devono essere iscritti agli ordini professionali o aderire alle associazioni professionali iscritte nell’elenco tenuto dal Ministero dello sviluppo economico.

Professionisti e imprese devono operare nei settori ammissibili in base alle Disposizioni operative del Fondo.

Il microcredito è riconosciuto per i finanziamenti destinati all’acquisto di beni e servizi direttamente connessi all’attività svolta (compreso canoni del leasing, il microleasing finanziario e il pagamento delle spese connesse alla sottoscrizione di polizze assicurative), al pagamento di retribuzioni di nuovi dipendenti o soci lavoratori e al sostenimento dei costi per corsi di formazione.

Requisiti

I finanziamenti possono avere una durata massima di 7 anni.

Non sono ammesse garanzie reali e il limite massimo è di € 25.000 per ciascun beneficiario, aumentabile di € 10.000 se il finanziamento prevede l’erogazione frazionata, subordinando i versamenti al pagamento puntuale di almeno le ultime sei rate pregresse e al raggiungimento di risultati intermedi stabiliti dal contratto. E’ possibile concedere allo stesso soggetto un nuovo finanziamento per un ammontare, che sommato al debito residuo di altre operazioni di microcredito, non superi il limite di € 25.000, nei casi previsti, di € 35.000.

Per accedere alla garanzia non occorre presentare alcun documento contabile o un business plan: è il soggetto finanziatore che valuta il merito di credito dell’impresa o del professionista.

Come si richiede

L’ente che gestisce il fondo del microcredito nella Regione Lazio è Lazio innova S.p.A.

I potenziali beneficiari dopo aver contattato Lazio Innova S.p.A. e aver ricevuto un codice identificativo, si incontreranno con uno degli operatori territoriali dislocati sull’intero territorio regionale, selezionati con bando e ufficialmente accreditati presso Lazio Innova S.p.A. durante l’incontro ci sarà un primo colloquio conoscitivo al quale seguirà una valutazione degli operatori.  Se positiva, allora ai soggetti richiedenti verrà rilasciata una copia cartacea della domanda alla quale allegheranno i documenti idonei a giustificare la stessa e a dimostrare la capacità di restituzione del prestito. Inizierà così l’iter di accesso al microcredito. Al beneficiario potranno essere richieste garanzie personali, ma non reali, patrimoniali o finanziarie. Non verrà erogata liquidità e in caso di ritardato pagamento, sarà applicato un interesse di mora del 2%.