Iscrizione al registro delle unioni civili

Chi può farlo?

Tutte le persone maggiorenni che compongono una coppia dello stesso sesso. Non sono obbligati a farlo nel Comune di residenza.

Come si fa?

La richiesta di costituzione dell’unione civile va presentata congiuntamente da entrambe le parti all’ufficio dello Stato civile.

Prima fase: Richiesta di costituzione presentandosi personale all’ufficio di stato civile e compilando una dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà

Seconda fase: Sottoscrizione di un verbale di richiesta di costituzione dell’unione civile

Terza fase: Appuntamento per la costituzione dell’unione civile

I requisiti sono:

– Non avere altri vincoli matrimoniali o unioni civili

– Non essere interdetti per infermità di mente

– Non essere sottoposti a procedimento di interdizione

– Non essere tra loro discendenti o ascendenti in linea retta

– Non essere tra loro fratelli o sorelle, germani, consanguinei o uterini

– Non essere tra loro legati dal vincolo di parentela zio/nipote

– Non essere tra loro affini in linea retta, neppure per matrimonio dichiarato nullo o sciolto o per quale è stata pronunciata la cessazione degli effetti civili

– Non essere tra loro affini in linea collaterale in secondo grado

– Non essere tra loro adottanti, adottati né loro discendenti

– Non essere figli adottivi della stessa persona

– Non essere tra loro adottato e figlio dell’adottante

– Non essere tra loro adottato e coniuge dell’adottante né adottante e coniuge dell’adottato

– Non essere stati condannati con sentenza definitiva per omicidio, consumato o tentato nei confronti di chi sia stato coniugato o unito civilmente con uno di loro o di non essere sottoposti a rinvio a giudizio o misura cautelare per uno di tali diritti.

I cittadini stranieri, nella richiesta all’ufficiale di Stato civile, una dichiarazione dell’autorità competente del proprio Paese in cui viene attestato il suo stato libero e il conseguente nulla osta all’unione civile.

Ufficio responsabile dell’istruttoria 

Ufficio Stato civile
Responsabile: Stefano Auletta
Dov’è: via della Croce 3
Gli orari di ricevimento: 9–12 lunedì, martedì, giovedì, venerdì; 15:30–17 martedì, giovedì
Telefono: 06913800; Seguire le indicazioni telefoniche
Il fax: 0691389001 – 6508
E-mail: statocivile@ardea.gov.it

Nome del responsabile del procedimento
Responsabile: Stefano Auletta
Telefono: 06913800; Seguire le indicazioni telefoniche
Il fax: 0691389001 – 6508
E-mail: statocivile@ardea.gov.it

Ufficio competente per l’adozione del provvedimento finale

Ufficio Stato civile
Responsabile: Stefano Auletta
Dov’è: via della Croce 3
Gli orari di ricevimento: 9–12 lunedì, martedì, giovedì, venerdì; 15:30–17 martedì, giovedì
Telefono: 06913800; Seguire le indicazioni telefoniche
Il fax: 0691389001 – 6508
E-mail: statocivile@ardea.gov.it

Allegati all’istanza modulistica
——

Modalità per ottenere informazioni 

Richiesta telefonica o via mail.

Termine di conclusione del procedimento

Dalla domanda di presentazione passano al massimo 60 giorni.

Azioni previste ed attuate per il monitoraggio

Controllo prefettura

Strumenti di tutela amministrativa a favore dell’interessato
——

Modalità per effettuare pagamenti informatici

Sostituto del responsabile del procedimento