Agibilità

Rilascio del certificato di agibilità

Il certificato di agibilità è il documento che attesta l’esistenza, in un immobile, delle condizioni di sicurezza, igiene, salubrità, risparmio energetico e di conformità degli impianti installati. Deve sempre essere richiesto a seguito di interventi di nuova costruzione, sopraelevazioni e ricostruzioni, totali e parziali.

Riferimenti normativi utili:
D.P.R. 380/01

Ufficio responsabile dell’istruttoria:

Edilizia privata

Segreteria del Settore

telefono: 06913800 (poi digitare 5 per l’Area Tecnica e di seguito 4 per l’ufficio urbanistica – Sportello unico per l’edilizia)

Nome del responsabile del procedimento, telefono, email e/o pec:

Dirigente del settore (o suo delegato)

telefono 06913800

email: uff.protocollo@comune.ardea.rm.it

PEC: uff.protocollo@pec.comune.ardea.rm.it

Ufficio competente per l’adozione del provvedimento finale, nome del responsabile dell’ufficio, telefono, email e/o pec:

Dirigente del settore (o suo delegato)

telefono: 06913800

email: uff.protocollo@comune.ardea.rm.it

PEC: uff.protocollo@pec.comune.ardea.rm.it

Allegati all’istanza e modulistica:

Richiesta agibilità (formato .doc)

Richiesta agibilità (formato .odt)

Ufficio a cui rivolgersi per informazioni (orari, indirizzo, tel., email e/o pec):

Segreteria settore edilizia privata

Via Francesco Crispi,12 – 00040 Ardea, RM

telefono: 06913800 (poi digitare 5 per l’area tecnica e di seguito 4 per l’ufficio urbanistica – Sportello unico per l’edilizia)

Tecnici del Settore: ricevimento il lunedi 9.30-13 e giovedì 9.30-13 e 15.30-17.00.

Termine di conclusione del procedimento, norma di riferimento e altri termini procedimentali rilevanti:

  • Il rilascio del certificato avviene entro 30 giorni dalla presentazione della richiesta, salvo che l’ufficio richieda integrazioni documentali. In tal caso il termine ricomincia a decorrere per intero dalla data di ricevimento da parte dell’ufficio di tutta la documentazione richiesta.
  • Il procedimento e i tempi di rilascio sono disciplinati dall’art. 25 comma 3 del DPR 380/2001
  • approfondimento

Azioni previste ed attuate per il monitoraggio del rispetto dei termini di conclusione del procedimento:

Controllo a campione

Casi in cui il provvedimento finale può essere sostituito da una dichiarazione dell’interessato o può concludersi con il silenzio-assenso dell’amministrazione:

La domanda di agibilità può essere definita oltre che con il rilascio del certificato, anche attraverso il silenzio assenso. Dopo la presentazione della domanda, in assenza di richiesta di integrazioni da parte dell’ufficio, l’agibilità si intende comunque attestata (qualora sia completa della documentazione di cui al D.P.R. 380/01 e delle attestazioni di conformità urbanistica ed edilizia del Tecnico di parte):

– dopo 30 giorni, se sul progetto edilizio era stato emesso parere igienico-sanitario dell’ASL;.
– dopo 60 giorni, se la conformità igienico-sanitaria era stata autocertificata dal progettista.
In tali casi, l’interessato può fare richiesta all’ufficio accesso agli atti per ottenere il rilascio di un attestato ove si dichiara che l’agibilità è stata ottenuta con il silenzio assenso.

Strumenti di tutela amministrativa e giurisdizionale riconosciuti dalla legge a favore dell’interessato e modi per attivarli:

Nei confronti del provvedimento finale:
– Ricorso avanti al T.A.R. Lazio, secondo le modalità previste dal Codice del processo amministrativo allegato al Decreto Legislativo 2 Luglio 2010 n. 104,  entro 60 giorni dalla data di avvenuta notificazione del provvedimento oppure
– Ricorso straordinario al Presidente della Repubblica, secondo le modalità di cui al D.P.R. 24 novembre 1971 n. 1199, entro 120 giorni dalla data di avvenuta notificazione del provvedimento.

 

 

Allegati