Sue – Accesso agli atti

È il diritto di prendere visione e ad estrarre copia di documenti amministrativi e grafici.

Riferimenti normativi utili

  • Carta dei diritti fondamentali dell’Unione Europea.
  • L. n. 241 del 7 agosto 1990 “Norme in materia di procedimento amministrativo e di diritto di accesso ai documenti amministrativi”.
  • D.Lgs n. 29 del 3 febbraio 1993 “Razionalizzazione dell’organizzazione delle amministrazioni pubbliche e revisione della disciplina in materia di pubblico impiego, a norma dell’articolo 2 della legge 23 ottobre 1992, n. 421”.
  • L. n. 150 del 7 giugno 2000 “Disciplina delle attività di informazione e di comunicazione delle pubbliche amministrazioni”.
  • Regolamento sul Diritto Accesso Agli Documenti Amministrativi del Comune di Ardea.
  • Deliberazione Giunta Comunale n.63 del 23/09/2014

Ufficio responsabile dell’istruttoria
Segreteria del Settore

telefono 06913800 poi digitare 5 per l’Area Tecnica e di seguito 4 per l’Ufficio Urbanistica-Sportello Unico per l’Edilizia.

Nome del responsabile del procedimento, telefono, email e/o pec

Paolo Terribili

telefono 06913800

email: uff.protocollo@comune.ardea.rm.it

PEC: uff.protocollo@pec.comune.ardea.rm.it

Ufficio competente per l’adozione del provvedimento finale, nome del responsabile dell’ufficio, telefono,:

Paolo Terribili

telefono 06913800

Allegati all’istanza e modulistica

Ufficio a cui rivolgersi per informazioni

Segreteria del Settore

telefono: 06913800

orario: lunedì e giovedì 9-13 , giovedì 15.30-17

via Garibaldi, 5

Modalità per ottenere informazioni relative al procedimento

Richiesta telefonica presso la segreteria del Settore.

Modalità per ottenere informazioni relative al procedimento:

Tutte le informazioni relative al procedimento in corso possono essere richieste all’Ufficio accesso agli atti, negli orari e ai recapiti telefonici sopra indicati

Termine di conclusione del procedimento, norma di riferimento e altri termini procedimentali rilevanti:

Il rilascio delle copie degli atti richiesti avviene nei 30 giorni successivi alla presentazione della richiesta. Decorsi inutilmente trenta giorni dalla  richiesta, questa si intende respinta (come previsto dall’art.25 comma 4 L. 241/1990).

La presa visione degli atti è possibile in circa 10 giorni, tempo necessario per rintracciare e rendere disponibile la documentazione richiesta.

Ai sensi dell’art. 3 del DPR 184/2006, l’ufficio è tenuto a dare comunicazione agli eventuali controinteressati, mediante l’invio di copia con raccomandata A.R. dell’accesso. Entro 10 giorni dal ricevimento della comunicazione questi possono proporre una motivata opposizione che sarà valutata dall’ufficio.

Azioni previste ed attuate per il monitoraggio del rispetto dei termini di conclusione del procedimento:

Controllo periodico attraverso lo strumento informatico di gestione dei procedimenti.

Strumenti di tutela amministrativa e giurisdizionale riconosciuti dalla legge a favore dell’interessato e modi per attivarli:

In caso di diniego dell’accesso, espresso o tacito, o di differimento dello stesso ai sensi dell’art. 24, comma 4 della Legge 241/1990, il richiedente può proporre, entro i successivi 30 giorni, ricorso al Tar Lazio, secondo quanto stabilito dall’art. 25 comma 4 della Legge 241/1990, ovvero chiedere, nello stesso termine, al difensore civico competente per  ambito territoriale, ove  costituito, che sia riesaminata la suddetta determinazione. Qualora tale organo non sia stato istituito, la competenza è attribuita al difensore civico competente per  l’ambito territoriale immediatamente superiore.

Sostituto del responsabile del procedimento in caso di inerzia
 :

Paolo Terribili
telefono: 06913800